Il Mio Albero delle Anime

mercoledì 1 settembre 2010

crepe dolce e salata

Come promesso dopo le vacanze, ecco la mia ricetta delle crepes.
la base è la stessa sia per quelle dolci che per quelle salati ( parlo dell'impasto).
http://2.bp.blogspot.com/_VxfTY6H74Y8/TG6i6XdstII/AAAAAAAABec/szcovX8j3mI/s400/crepes.gif
INGREDIENTI.
PORZIONI PER 6 PERSONE
1 uovo
100 gr. di farina
200 ml di latte
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 pizzico di sale
*********

Se volete una crepe più leggera e meno calorica, anzi che 200 ml di latte, fate 100 ml di latte e 100 ml di acqua.

potete utilizzare la stessa pasta sia per le crepes salate che per quelle dolci, un consilio però se dovete farle dolci, per renderle più saporite aggiungete (sempre che compresa questa variazione faccia sempre in totale 200 ml) 1 cucchiaio di liquore per dolce ( gran Marnier, rhum....... ...................)

Preparatevi un bicchierino con olio d'oliva che servirà per ungere ogni tanto la padella (una passata con lo scottex inbevuto di olio tra una crepe e l'altra.)

Fate scaldare abbastanza una padella antiaderente, una volta scaldata bene la padella, riempire un mestolo di pasta, prendere la padella in una mano e con l'altra versarci la pasta, tutto nel mentre si versa,lavorare di polso la padella in modi che la pasta si distribuisca in tutta la superficie (all'inizio non vi sembrerà facile, ma è tutto questione di polso e di pratica he he he he ), state vigili, appena vedete i bordi dorarsi usare una spatola per staccarla piano piano e girarla, un paio di secondi e toglietela del fuoco, avanti la prossima..................

*******************
esempio di crepe salata :
crepe prosciuto e funghi

1 base di crepe, sopra una fette di prosciuto cotto, poi champignon già cotti, besciamella, 1 fetta di mozzarella e chiudere a metà, spalmare di nuovo di besciamella, 1 fette di mozzarella e fare grattinare (tanto dentro è già cotto tutto)



esempio di crepe dolce

far dorare in padella una banana tagliata in due, dopodichè depositarle sulla crepe gettarci sopra cioccolato fuso, o anche ciobar denso, chiudere a metà mettere panna dolce e il gioco è fatto ( qualcuno aggiuge anche dentro la crepe una palla di gelato)

10 commenti:

  1. Buongiorno!... io faccio le crepes da poco e non sono belle da vedere, le tue sono stupende da farsi addentare subito... appena ho letto il titolo di una ricetta nel tuo blog, mi sono fiondata con curiosità e... complimenti!

    RispondiElimina
  2. Non vedo l'ora di provare questa tua ricetta! Grazie mille :*

    RispondiElimina
  3. mamma mia Stella che voglia di crepes!!!!grazie per aver messo la ricetta.
    Queste me le sono mangiate tutte con gli occhi...che bontà
    un bacione
    Pinuccia

    RispondiElimina
  4. MMmhh..buone le crepes!!Io le faccio spesso!
    Se ti fa piacere passa a trovarmi sul mio nuovo blog su Blogger!Ti ho linkata!
    Baci!!
    Sara (bijoux mon amour)

    RispondiElimina
  5. Che goduria!!! Che meraviglia... per gli occhi ma sicuramente anche per il palato!!^_^

    Grazie per la ricetta... credo proprio che appena possibile la proverò!!^_^

    RispondiElimina
  6. Quella ai funghi è molto molto invitante :))))

    RispondiElimina
  7. Miam ! Ça semblr délicieux !

    RispondiElimina
  8. oh oh...questa mi era sfuggita!!copio subito e la provo...alle crepes non si dice mai di no!!

    RispondiElimina
  9. Probabilmente dalle mie parti risentiamo dell'influsso francese perchè nella nostra tradizione ci sono gli "stracci",fatti nello stesso modo,ma si usa riempirli con carne macinata mista e cotta prima,mozzarella,parmigiano e sugo di carne.Vengono,poi,arrotolati,disposti in una teglia imburrata,ricoperti ancora con sugo,mozzarella strappata,fiocchi di burro e messi in forno per la doratura.Sono il piatto delle migliori feste,quindi anche della Candelora.A proposito,sono di Antrodoco(RI) ai confini tra Lazio e Abruzzo.Chissà se sono stati portati nel periodo napoleonico o nel periodo in cui lo Stato Pontificio era sostenuto dalla francia?Fatto è che nel dialetto ci sono tante parole che somigliano al francese!Scusa,veramente,qualcuno azzarda dicendo,invece, che sono stati invece i francesi a rubarci la ricetta.Puro campanilismo!!!!!!!Un caro saluto

    RispondiElimina
  10. potrebbe anche essere Clara......quando vengo a sapere che l'arc de triomphe vi è stato rubato preso da Napoleone.......potrei credere anche questo. Un bacione e buona fine domenica.

    RispondiElimina

Le parole possono avere mille significati se letti ma non ascoltate.......ma se scritte con il cuore, si può leggere tra le righe la loro sincerità.
Grazie per il tuo commento bella stellina